Fabrizio Corona, Totti e Lapo i suoi primi obiettivi (chi sarà il prossimo?)

Scritto da: -

coronaaa_big.jpg

Non temiate, le confessioni fatte ieri sera da Fabrizio Corona a Matrix, trasmissione di Enrico Mentana in onda su Canale 5, sono solo le prime. A breve ne seguiranno tante altre: sono molti i vip che hanno parlato alle sue spalle mentre si trovava in carcere, c'è da scommetere che andrà a prenderli uno a uno portando alla luce tutti i loro segreti. I primi due sassolini, intanto, sono stati tolti dalla scarpa.

I sassolini hanno un nome: Totti e Lapo.

Facciamoci aiutare a fare un breve riassunto di ciò che è accaduto.

Se fino ad oggi si sapeva che Vito Scala, preparatore atletico di Totti, aveva affermato, durante la deposizione, di aver pagato la somma all’insaputa del capitano romanista, Corona dà invece una sua verità: ad intercedere per bloccare il servizio sarebbe stato un “personaggio importante della televisione” e la transazione di denaro sarebbe avvenuta nello studio di questi (e non in un bar come sostenuto da Vito Scala). Sul "personaggio" della tv, la cui identità non è stata rivelata, Corona dice soltanto che è "un alto in grado della tv, amico di Totti".

Possiamo dire che noi un'idea ce la siamo fatta ma non possiamo - ovviamente - esserne certi

Incalzato dal ministro delle Infrastrutture ed ex pm di "Mani pulite", Antonio Di Pietro, presente in studio, Fabrizio Corona ricostruisce così la vicenda: "un fotografo di Roma mi telefona e mi dice: 'Aho, Totti c’ha 'na storia con la Vento, avemo visto i messaggi sul telefonino'. Sono andato a Roma da Flavia Vento e ho verificato i messaggi - ha proseguito Corona - poi l’ho portata a Milano nella redazione di Gente".

Il settimanale diretto da Umberto Brindani, dopo una "verifica" degli sms, decide di pubblicare il servizio. Ma, il giorno prima della pubblicazione, prosegue Fabrizio Corona, "ricevo la telefonata di un alto in grado della televisione, amico di Totti, che mi dice che il servizio non deve uscire. E mi dice che i 50 mila euro mi li dà lui".

Il servizio, però, va in pagina lo stesso e l’intervista "esce senza l’autorizzazione di Flavia Vento. Vengo richiamato da questa persona che mi chiede una smentita". La smentita avviene sul numero successivo di un altro settimanale, Chi. Poi Corona ha concluso dicendo che di questa vicenda ne avrebbero parlato sia il misterioso personaggio della tv che lo stesso Totti nel corso di interrogatori secretati davanti ai pm di Roma.

Lapo e la Fiat "Non sono stato io a chiedere soldi per non far uscire l’intervista a Donato Brocco (il transessuale Patrizia nella cui casa Lapo Elkann si sentì male durante un festino), ma è stata la Fiat a rivolgersi a me". Continua Corona e riferisce di aver rintracciato Patrizia e di aver realizzato un servizio con Alfonso Signorini, per poi proporlo in esclusiva a giornali e tv tra cui Matrix e Porta a porta, Chi e Oggi: "Una volta tornato a casa mi ha telefonato un alto dirigente di Mediaset e mi ha detto: 'Questa intervista non deve uscire'. Dopo mi ha contattato Marco Durante della Fiat". Mediaset smentisce categoricamente: "Nessun dirigente ha mai chiamato Corona".

Qui sotto alcune intercettazioni sul caso Azouz (andate in onda in una puntata di Matrix di quest'anno). 

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Spettacoli.blogosfere.it fa parte del canale Blogo Entertainement di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano