Cannes 2011: applausi per This Must Be the Place, di Paolo Sorrentino, con Sean Penn

Scritto da: -

Accoglienza calorosa per Paolo Sorrentino e il suo film This Must Be the Place, con Sean Penn. I dettagli su Blogosfere Spettacoli

This_Must_Be_the_Place - cannes 2011 - sean penn.jpg

Festival del cinema di Cannes: grande successo di critica e pubblico per il secondo e ultimo film italiano in concorso per la Palma d’oro, ovvero This Must Be the Place di Paolo Sorrentino, con protagonista Sean Penn (presente in concorso anche con The Tree of Life).

Alla fine delle proiezione di ieri, infatti, la pellicola è stata accolta con una standing ovation e un applauso durato ben dieci minuti.

Il film racconta la storia di Cheyenne, una ex rock star dell’epoca del post-punk, ormai sfatto dagli eccessi e dalle sregolatezza del periodo d’oro, che cerca di vendicare il padre morto, che non sentiva da 30 anni. Il genitore, di origini ebraiche, è un sopravvissuto di Auschwitz e il tentativo di riconciliazione postumo avviene attraverso la caccia al guardiano del campo nazista che lo umiliò.

Si tratta della prima opera di Sorrentino girata al di fuori dell’Italia, ma il regista dichiara di non aver avuto problemi ad adattarsi: “Fare le riprese negli Stati Uniti, il Paese del cinema per eccellenza, è stato emozionante. Addentrarsi nello spazio con la macchina da presa è stato facile. Eravamo come bambini che scoprivano un mondo nuovo“.

Il film pare essere uno dei candidati più probabili per la vittoria finale. Nel frattempo però le polemiche riguardanti Lars von Trier e le sue dichiarazioni hanno lasciato il segno, tanto che l’autore ha voluto affermare: “E’ sproporzionato dire che ho fatto un film sull’Olocausto, ma oggi, dopo quello che è successo in questi giorni, posso dire che This Must Be the Place è la risposta alle parole deliranti pronunciate da Lars von Trier”

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!