Celentano a Servizio Pubblico attacca la Rai: "Ho chiuso con Sanremo"

Scritto da: -

Il re degli ignoranti sul Festival di Sanremo: "Il successo è bello, ma mai quanto una partita a bocce con gli amici".

celentanoadriano.jpg

“Basta con Sanremo, meglio una partita a bocce con gli amici”. E’ Adriano Celentano (foto: infophoto) a scagliarsi contro il Festival di Sanremo e contro la Rai, parlando al programma di Michele Santoro, “Servizio Pubblico”.

Il cantante-attore-intrattenitore risponde così alle critiche ricevute dopo il suo sermone contro la Chiesa: “Non cambierei una virgola di ciò che ho detto all’Ariston”. E sul cachet - alto - ricevuto per partecipare alla kermesse canora, non torna indietro di un passo: “Che colpa ne ho io se sono uno degli uomini più pagati d’Europa? I soldi che userò per fare beneficenza sono i soldi che la Rai mi deve dare. Non sono dei contribuenti, sono miei”.

Celentano torna a parlare e nuove polemiche aleggiano nell’aria: “Famiglia Cristiana e Avvenire? Per me rimangono inutili finché non cambiano la linea editoriale. Il Festival commissariato? C’è un errore nel meccanismo di conduzione della Rai. Finchè i partiti continueranno a litigarsela, sarà sempre preda di intrighi e sotterfugi ai danni degli italiani”.

Un attimo di amarezza, però, ce l’ha anche lui: “Alcuni giornalisti ci hanno dato dentro dicendo che sono un cretino. E nemmeno più di talento. Mi dispiace. Mi paiceva essere un cretino di talento. La parola cretino assumeva un significato diverso, quasi magistrale”.

Difficile rivederlo a breve a Sanremo: “Il successo è bello, ma mai quanto una partita a bocce con gli amici”.

LINK UTILI:

Sanremo 2012: Adriano Celentano contro i giornali cattolici e la Consulta, “bombardamenti” e musica.

Michele Santoro Michele Santoro Conferenza stampa di Sanremo 2012 Gianni Morandi Antonio Marano a colloquio con un giornalista di Servizio Pubblico Mauro Mazza Gianmarco Mazzi La curva di Celentano

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!